venerdì 12 novembre 2010

Lavorare da casa

Da leggere l’intervista a Luca Ascani, presidente di Populis, una piattaforma d’informazione capace di produrre 10mila contenuti al mese, in otto lingue diverse (qui in Lsdi e qui in Ciaoblog).
Soprattutto là dove afferma che "non abbiamo giornalisti ma tutti web editor che lavorano da casa… ".

Content farm, dunque, e un intelligente business model, basato sulla pubblicità performance .
Un micro sistema in equilibrio, ma che non può non fare sorgere qualche dubbio circa la sua etica riproducibilità. Un popolo di scriventi casalinghi, magari in partita Iva, quanto può garantire un’informazione libera da influenze commerciali?

Nessun commento:

Posta un commento